Archivio News


13 e 14 luglio 2016

L'Unione Regionale dei Consigli degli Ordini Forensi dell'Emilia Romagna, letta la delibera delle Camere Penali dell'Emilia Romagna con la quale è stata proclamata l'astensione delle udienze nelle giornate del 13 e 14 luglio in ragione delle denunciate criticità del Tribunale di Sorveglianza di Bologna, sia in relazione all'organizzazione degli uffici che dei ritardi nelle iscrizioni e decisioni di reclami ed istanze, ragioni esaustivamente specificate nella citata delibera, ritiene doveroso esprimere preoccupazione per la situazione in cui versa il Tribunale di Sorveglianza di Bologna, stante l'evidente compressione del diritto della persona condannata ad espiare la pena in tempi ragionevoli e secondo le modalità ritenute idonee dal Tribunale di Sorveglianza, nonchè ad avere risposte celeri alle istanze di riabilitazione o finalizzate ad ottenere i benefici previsti dall'orientamento penitenziario quale, ad esempio, la liberazione anticipata.

In ragione del perdurare delle evidenziate criticità, che come rappresentato dal coordinamento delle Camere penali del Distretto sono da tempo note ed hanno determinato lo scorso anno l'intervento del Consiglio giudiziario, alle cui riunioni su richiesta del Procuratore Generale e del Presidente della Corte d'Appello ha partecipato anche il Presidente dell'Ordine di Bologna, l'URCOFER esprime condivisione rispetto alle ragioni che hanno determinato la proclamazione dell'astensione, dichiarando al contempo la disponibilità degli Ordini del distretto, insieme alla magistratura e alla dirigenza amministrativa a ricercare, soluzioni condivise volte a superare le denunciate e le oggettive criticità.